Menu Chiudi

Dal Chair ‘Una Città… una K… un Benvenuto’ Tiziana Paulazzi Cannatà – Presentazione service

Carissimi amici kiwaniani,

Per prima cosa lasciatemi ringraziare il nostro Governatore Angela Catalano per avermi gratificato di questo incarico distrettuale che mi onora.

La nostra K di Kiwanis è l’emblema di ciò che sono i nostri sforzi, il nostro impegno nel portare a compimento tutti i service in favore dei bimbi di questo mondo e delle loro famiglie.

Il Kiwaniano ha grande nobiltà d’animo e di sentimenti e la ‘K’ vuole essere il vessillo per tutti coloro che hanno scelto di operare all’interno dei nostri Club, un vessillo da diffondere in modo tale che il nostro agire non venga dimenticato e contemporaneamente per dire che in quel luogo, in quella associazione, in quella scuola, in quella casa famiglia è passato ed opera il Kiwanis lasciando un segno tangibile di amore.

Con queste intenzioni mi sia consentito di contattare tutti i Lgt.Governatori, i Presidenti ed i Soci di ogni KC del nostro Distretto per condividere queste brevi indicazioni su come impostare il service che tanto sta a cuore al nostro Governatore.

QUALE E’ IL COMPITO DEI PRESIDENTI
Sulla scorta delle indicazioni che perverranno loro dai Lgt.Governatori, valuteranno come procedere per la realizzazione al minor costo e per l’applicazione di targhe in plexiglas trasparente(vedasi file allegati) in tutti quei luoghi in cui il Kiwanis ha svolto service di un certo rilievo o dove abitualmente il club si raduna per operare.
Le targhe dovranno essere in plexiglas trasparente del formato A4, provviste di 4 bulloni per il fissaggio o, in alternativa per luoghi non esposti alle intemperie, provviste di biadesivo robusto.
Stileranno un rapportino trimestrale da sottoporre ai Lgt.Governatori sulle targhe realizzate dal proprio club nel periodo.

Di più, ogni cittadina in cui opera il Kiwanis dovrebbe poter accogliere i visitatori con una grande K di benvenuto in un punto di passaggio: una rotatoria, una piazza, una strada.
Suggerirei di verificare attraverso l’ANAS o con i comuni se fosse possibile ottenere un’autorizzazione ‘free of charge’ o, perlomeno, a costo molto ridotto per l’apposizione di una nostra insegna di benvenuto.
Il materiale dell’insegna ed il relativo paletto di supporto dovranno, beninteso, essere anch’essi resistenti agli agenti atmosferici.
I Presidenti ed i soci richiederanno preventivamente il consenso alle strutture o ai comuni presso le quali sarà deliberata l’applicazione delle targhe.
Ogni club ha al suo interno rappresentanti di enti, associazioni, comuni, scuole e non dovrebbe pertanto risultare difficile ottenere il benestare.
Il suggerimento è che ciascuno dei soci si attivi personalmente per diffondere il messaggio e farsi autorizzare il service evidenziando che poter disporre di una insegna del Kiwanis sarà per tutti un fiore all’occhiello da esibire con soddisfazione per il significato intrinseco del nome, quello di essere uno strumento potente di service a favore dei bambini destinato a cambiare in meglio molte vite.

Si sfruttino a questo proposito tutte le conoscenze specifiche e personali dei soci per fare in modo che queste targhe vengano, possibilmente, donate da amici tipografi/stampatori simpatizzanti ai quali, eventualmente, si vedrà di rifondere il costo del plexiglas.
La spesa sarà senz’altro minima ma il risultato grande in termini di visibilità per la nostra associazione.

Colgo infine l’occasione per ricordare che questo service fa concorrere la vostra divisione agli AWARDS Distrettuali e che tutti i club partecipanti riceveranno un riconoscimento.

Sono a vostra completa disposizione.

Buon lavoro e grazie a tutti.

ULTERIORI DETTAGLI NELLA PAGINA DEDICATA AL SERVICE

Tiziana Paulazzi Cannatà
Chair Una Città… una K… un Benvenuto


MODELLI DI TARGA

PACCHETTO MATERIALI AD USO GRAFICO

Shares

Articoli correlati