KC Nicosia incontra gli alunni della scuola primaria “Magnana” per la Giornata internazionale dell'epilessia  

Stampa veloce crea pdf di questa news icona rss
Pubblicato da: Federica | KC Nicosia | 11.02.2020 |  Letture: 96

KC Nicosia incontra gli alunni della scuola primaria “Magnana” per la Giornata internazionale dell'epilessia
Giornata mondiale dell’Epilessia
Il Kiwanis entra nelle scuole

L’International Epilepsy Day è un evento speciale che promuove la consapevolezza dell'epilessia in oltre 120 paesi ogni anno.
Di norma, il secondo lunedì di febbraio, le persone si uniscono per celebrare ed evidenziare i problemi che affliggono le persone con epilessia, le loro famiglie e gli accompagnatori. Si tratta di una delle malattie neurologiche più diffuse al mondo. Quasi 1 italiano su 100 ne è affetto, per un totale di circa 500.000 persone in Italia.
Il Kiwanis club di Nicosia ha organizzato un interessante incontro con i bambini della scuola primaria del plesso “Magnana”.
“Questa giornata - ha spiegato il Presidente Gianfranco Di Franco - è un momento in cui si promuove una corretta informazione e si sensibilizza l’opinione pubblica riguardo alla malattia. La necessità di una maggiore consapevolezza e conoscenza da parte della popolazione è evidenziata dalle numerose testimonianze di persone affette, che spesso sono vittime di discriminazioni sociali legate a pregiudizi e ignoranza. Per questo il Kiwanis entra nelle scuole.”
Di Franco, dopo aver presentato il club e le sue finalità, ha portato l’esempio di una maestra di Riccione che ha reso responsabili tutti i bambini della classe per far fronte alle eventuali crisi del compagno, assegnando a ciascuno un preciso compito e insegnando così ai suoi alunni a non avere paura e ad essere d’aiuto.
Quindi il dott. Lino Palazzo, neurologo presso l’ospedale “C.Basilotta” di Nicosia, ha fornito ai bambini delle brevi informazioni su cos’è l’epilessia, quali tipologie e cure esistono.
Infine l’infermiere Nino Fiscella ha spiegato le tecniche del primo soccorso con l’ausilio di un cartone animato e fornendo i numeri di telefono per le emergenze e spiegando come e quando chiamare.
Un preziosissimo incontro a cui i bambini hanno prestato molta attenzione e che sicuramente merita di essere riproposto negli altri plessi.
Costa Mariaelena









TAGS: