KC Nicosia - Giornata Mondiale della Disabilità: Conferenza in una scuola  

Stampa veloce crea pdf di questa news icona rss
Pubblicato da: Rosalba | KC Nicosia | 02.12.2019 |  Letture: 73

KC Nicosia - Giornata Mondiale della Disabilità: Conferenza in una scuola
In occasione della "Giornata Mondiale della Disabilità" il Kiwanis club di Nicosia è andato lì dove è maggiormente importante parlare di inclusione, accoglienza e superamento della disabilità: la Scuola.
In collaborazione con l'ITC "A.Volta" di Nicosia che prontamente ha messo a disposizione i propri locali è stata, infatti, organizzata una conferenza sulla consapevolezza della disabilità.
Dopo i consueti saluti d'accoglienza del Diregente Scolastico, Vincenza Biagia Ciraldo, il Presidente Gianfranco Di Franco ha presentato il club Kiwanis, le sue finalità e le attività messe in atto nel territorio.
Il dott. Sebastiano Barbagallo, psicologo e socio del club, in veste di moderatore, ha introdotto l'argomento dell'evento presentando la campionessa paraolimpionica di scherma Beatrice Maria Adelaide Marzia Vio, detta Bebe. Un vero modello di come la diversità può diventare un'opportunità.
La dott.ssa Maria Assunta Spinelli, neuropsichiatra, ha quindi disquisito sulla suddetta tematica, attirando magistralmente l'attenzione degli studenti e di tutti i convenuti. Leggendo un monologo di Tiziano Ferro, ha evidenziato quanto le parole abbiano un peso, in particolare quelle brutte, in grado di creare un disagio importante nel destinatario. Quindi ha spiegato il significato profondo della parola "disabilità" concepita normalmente come mancanza di una qualsiasi abilità. Ma nei fatti non è così! Continuando a dare questa eccezione negativa al termine si rischia di porre l'accento su ciò che non c'è piuttosto che sulla persona, che va considerata invece nella sua varietà. È importante quindi cambiare punto di vista, non solo perchè tutti siamo in un qualche modo diversi (per fortuna!) ma anche perchè la consapevolezza dei propri limiti porta a far leva sulle risorse, permettendo così di trasformare le disabilità in abilità. Ciacuno ha diritto ad un'opportunità pur nella diversità. E Bebe ne è un esempio.
Il dott. Giuseppe Barbagallo, geriatra e diabetologo, ha parlato della disabilità nell'anziano, un tema di cui purtroppo si parla poco ma che colpisce un numero davvero elevato di persone. La disabilità che colpisce maggiormente l'anziano è la Demenza d'Alzheimer. Si stima che nella sola Sicilia ci siano circa 100.000 casi di demenza con principio di Alzheimer. Si tratta di un dramma che colpisce l'anziano e la sua famiglia. Toccando i cuori dell'uditorio, il dott. Barbagallo ha spiegato così questa odiosa malattia degenerativa:"Immaginate il vostro cervello come una casa illuminata: ora immaginate che qualcuno spenga le luci una da una. Questo è quello che fa l'Alzheimer: spegne le luci in una stanza e poi nell'altra... e le idee, le emozioni e la memoria si affievoliscono fino a cessare del tutto!". Cosa possiamo fare di fronte a questa disabilità? Stare con la persona, con pazienza e comprensione...tanta!
Comprendere l'esordio della malattia è in questi casi fondamentale per poter prontamente rispondere con le tecniche di stimolazione cognitiva. La prevenzione è fondamentale e non è un compito solo sanitario ma dell'intera società.
Il Past President, avv. Giovanni Cannata, ha quindi presentato un momento molto importante per il club: la consegna del "Premio Bontà", che da vent'anni il Kiwanis di Nicosia assegna a coloro che si sono particolarmente distinti per generosità, carità ed empatia verso il prossimo. Quest'anno è stato conferito alla straordinaria coppia Beninato Filippo e Carmela, vero esempio di bontà nei riguardi di un bambino fragile. La coppia con immenso amore, qualcuno direbbe con coraggio, ha volutamente scelto di adottare un dolcissimo bambino affetto da una malattia motoria degenerativa, donandogli prima di tutto la loro stessa vita e soprattutto tutto l'amore e la serenità che giustamente lui merita.
Ancora una volta, come ha evidenziato il Sindaco di Nicosia, il Kiwanis si distingue per il suo modus operandi sulla prevenzione sociale e culturale nella città.












TAGS: