.............      RICERCA  |   ARCHIVIO SITI KIWANIS  |   MEDIA  |   MAPPA SITO

Festa degli Auguri della Divisione 7 Sicilia  

Stampa veloce crea pdf di questa news icona rss
Pubblicato da: Federica | Divisione 7 - Sicilia | 28.12.2019 |  Letture: 342

Festa degli Auguri della Divisione 7 Sicilia
Sabato 21 dicembre 2019 presso la sala Casale degli aranci a Calatafimi si è celebrata la Festa degli Auguri della Divisione 7 Sicilia con la presenza della Lgt Francesca Gentile.
I club Kiwanis di Castelvetrano, Alcamo, Elimo Paceco ed Erice hanno voluto condividere questo momento di convivialità per il tradizionale scambio degli auguri con i loro ospiti graditi, facendo fede a una richiesta della Lgt di celebrare a club riuniti la festività del Santo Natale. Molti i soci presenti e le autorità sia kiwaniane, sia civili e religiose. Erano presenti il past governatore Salvatore Costanza, i past Lgt Mario Barbara, Enza Lo Monaco e Francesco Lucchese, il sindaco di Paceco Giuseppe Scarcella, Monsignor Aldo Giordano, la presidente del club Trapani Saturno Giovanna Millocca e tutti i rappresentanti dei club Rotary, Lions, Fidapa che hanno arricchito la serata con la loro presenza.
Dopo aver dato la parola ai presidenti dei club che hanno organizzato la conviviale -Giovanni Campagna presidente del club di Castelvetrano, Albero Spada presidente del club di Erice, Michele Gentile presidente del club Elimo Paceco e Silvana Giacone presidente del club di Alcamo per il rituale discorso di auguri- si è dato spazio all’ingresso dei nuovi soci per i vari club. Due per il club di Castelvetrano, tre per il club di Erice e uno per il club Elimo Paceco. Molto gradito è stato l’ingresso di una giovane studentessa universitaria Miriana Calia nel club di Castelvetrano, rimasta entusiasta delle attività che il Kiwanis fa per i bambini.
La Lgt Francesca Gentile nel suo discorso ha fatto un plauso ai presidenti, sottolineando come i club della divisione abbiano lavorato alacremente per realizzare i service distrettuali proposti dalla Governatrice DISM Maura Magni quali: One Day con la donazione di libri ai bambini del territorio, la celebrazione della Giornata mondiale dei diritti dell’Infanzia del 20 novembre e tutte le attività di fundraising volte a raccogliere fondi per realizzare significativi progetti dedicati ai bambini più bisognosi e fragili della comunità e del mondo. Un grande applauso è stato rivolto da parte di tutti i presenti ai presidenti dei club: Giovanni Campagna, Alberto Spada, Giovanna Millocca, Michele Gentile e Silvana Giacone che hanno saputo coinvolgere nelle attività tutti i soci e hanno saputo dialogare con le istituzioni per la buona riuscita dei progetti kiwaniani.
La Lgt Francesca Gentile ha portato i saluti e gli auguri rivolti alla Divisione dalla Governatrice Maura Magni la quale si dichiara orgogliosa di tutta la passione e tutta la competenza con le quali tutti gli officer e tutti i soci del distretto stanno realizzando i service e ha messo in evidenza quanto il Kiwanis si prodighi per la comunità grazie alle ore di volontariato messe a disposizione dai soci, testimoniando l’attenzione alla centralità dell’uomo. La Lgt ha richiamato al nuovo umanesimo visto nei sui valori fondanti che poi sono quelli portati avanti dai principi kiwaniani: fai agli altri quello che vorresti gli altri facessero a te.
È questo il senso: il fare, l’agire, la passione, tutto ciò che ci spinge a essere operativi e presenti nel sociale al servizio dei bambini, per la salvaguardia dei loro diritti. L’attenzione all’umanità nella misura in cui abbiamo messo l’uomo al centro nella sua espressione più alta nei valori non negoziabili: la dignità, i diritti, l’etica, la cultura. Noi con il nostro sodalizio siamo testimoni di questo nuovo umanesimo, attraverso il fare siamo viva rappresentazione del valore dell’uomo nella sua bellezza, nell’etica, nella sua vera essenza insomma. Come ha affermato Protagora: l’uomo misura di tutte le cose, ma non nel senso che l’uomo governa tutto il mondo e dispone di esso secondo la sua finitezza e il suo limite, bensì alla maniera Socratica: la centralità dell’uomo in relazione alla Sapienza propria ma anche Altra. E poi non per ultimo la condivisione delle attività per riconoscerci nella tradizione kiwaniana, nel culto dei valori che sono centrali nella nostra vita. In questo modo ci rafforziamo, moltiplichiamo le nostre energie per rendere la nostra azione più efficace. Quello che sembra poco o piccolo produce all’altro capo del mondo un uragano. Da soli siamo forti ma insieme siamo invincibili.













TAGS:   
natale   Divisione 7