Dal Trustee Kiwanis International Elio Garozzo - Comunicazione N. 1  

Stampa veloce crea pdf di questa news icona rss
Pubblicato da: Rosalba | News dal Distretto | 20.12.2019 |  Letture: 46

Dal Trustee Kiwanis International Elio Garozzo - Comunicazione N. 1
Catania, 19 Dicembre 2019


Carissimi soci,

mi fa piacere, nel mio secondo anno da Kiwanis International Trustee, ricominciare il dialogo con tutti voi informandovi sulle novità più interessanti sul mondo Kiwanis.

Il Board internazionale tenutosi ad Indianapolis ai primi di ottobre ci ha visti impegnati in una full immersion di una settimana.
Abbiamo continuato l’impegnativo processo di revisione delle norme che regolano la nostra organizzazione: nessun cambiamento epocale ma era sentita la necessità di una armonizzazione complessiva.

E’ stata creata la Leadership Advisory Task Force per migliorare l’organizzazione ed in particolare per promuovere e migliorare i nostri programmi di educazione alla leadership a tutti i livelli dell’organizzazione. Il presidente Daniel Vigneron e il presidente eletto Art Riley hanno nominato congiuntamente questa nuova task force di consulenza sulla leadership. Essa si compone di tre distinti team che si occuperanno di alcuni temi strategici per il futuro della nostra organizzazione: ruoli di leadership e istruzione, strutture di governance, e visionary leadership. Sono stati chiamati a farne parte alcuni soci selezionati da tutte le aree geografiche che riteniamo possano contribuire a raggiungere risultati concreti. In particolare con piacere segnalo che il nostro Maurizio Di Profio farà parte, con un mandato di due anni, del team che si occuperà della struttura di governance. Il ruolo di questo particolare team è quello di esaminare le strutture di governance distrettuale e regionale per individuare inefficienze e punti di debolezza per poi promuovere reali opportunità di miglioramento. Buon lavoro!

Chiuso l’anno 2018-19 vediamo come sono andati i numeri. Sono nati ben 433 club: questo è il secondo migliore risultato in assoluto dal 1977-78, quando abbiamo aperto 438 club. Dobbiamo continuare ad aprire i club ad un tasso compreso tra 350 e 400 all’anno per avere una possibilità di crescita associativa anno dopo anno. Due terzi di tutti i club aperti provenivano dai soli quattro distretti nella regione Asia-Pacifico (Filippine Sud – 110, Filippine Luzon – 109, Taiwan – 30, Nepal – 27). Il Nord America registra 97 club aperti. L’Europa è guidata dal distretto Italia-San Marino con l’apertura di 15 club, seguita dal Belgio-Lussemburgo con 6. Il distretto leader dell’America Latina è la Colombia. Il Canada orientale e i Caraibi guidano il Nord America con 15 club, seguito dalla Florida con 9 e dal Michigan con 7. Purtroppo però l’adesione totale al Kiwanis è diminuita dell’1,3%. La perdita media annua nell’ultimo decennio è di circa il 2,5%. Il nostro Distretto, a dispetto dei 15 club aperti, purtroppo ha registrato una piccola perdita netta di soci rispetto all’anno precedente.

Buone notizie: la BBB Wise Giving Alliance ha rinnovato per due anni il rating del Kiwanis Children’s Fund come ente di beneficenza accreditato. Solo 1.500 dei 1,5 milioni di enti di beneficenza negli Stati Uniti si qualificano per questo accreditamento. Siamo un’eccellenza per la nostra trasparenza e capacità di service.

Un argomento molto delicato per una organizzazione come la nostra che si occupa di aiutare i bambini è proprio quello di rafforzare la loro protezione a tutti livelli, individuando efficaci strumenti di prevenzione dagli abusi degli adulti. Il tema è molto attuale tenuto conto che nel mondo tutte le maggiori organizzazioni di volontariato registrano problemi in tal senso. Il Kiwanis è oggi attivamente impegnato a definire un efficace sistema che riesca a difendere i bambini rivolgendo la massima attenzione sulla qualità della propria rete di volontari.

Infine permettetemi di registrare il successo dei Board Meeeting che il KIEF, la nostra federazione europea, ed il nostro Distretto hanno tenuto a Catania, la mia città. Dal 16 al 20 ottobre Catania è stata al centro del mondo kiwaniano grazie alla presenza del Presidente internazionale, del Ceo, del Presidente europeo con i Governatori dei distretti europei, del nostro Governatore ed i luogotenenti. Sono stati giorni intensi di lavoro ma anche una grande opportunità per mostrare la nostra ospitalità ma anche per valorizzare il Kiwanis grazie all’incontro da me promosso presso Palazzo di Città con il Sindaco della città. L’Italia è bellissima e Catania non ha di certo sfigurato!

Vi lascio con i miei sentiti auguri di Buon Natale e di un nuovo anno ricco di soddisfazioni.

Buon Kiwanis a tutti
Elio Garozzo – Kiwanis International Trustee




TAGS: