Divisione 2 - Etna Patrimonio dell'Umanità - Concerto lirico di beneficenza "Note spumeggianti"  

Stampa veloce crea pdf di questa news icona rss
Pubblicato da: Rosalba | Divisione 2 - ETNA Patrimonio dell'Umanità | 14.01.2020 |  Letture: 161

Divisione 2 - Etna Patrimonio dell'Umanità - Concerto lirico di beneficenza
Serata di grande musica presso l’auditorium dell’Istituto Sacro Cuore di Catania, organizzata dal Kiwanis International Divisione 2 Sicilia “Etna Patrimonio dell’Umanità” in collaborazione con la SCAM (Società Catanese Amici della Musica), allo scopo di raccogliere fondi da destinare al Centro “Autòs” di Aci Sant’Antonio, Convenzionato ASL, che si occupa dell’assistenza semiresidenziale di soggetti con spettro autistico.
Erano presenti il Lgt. Governatore dott. Alfio Cavallaro, il past Lgt. Francesco Vasta, il Lgt. Eletto dott. Epifanio Giuffrida, il Presidente del Comitato distrettuale finanze e segretario della Divisione dott. Nunzio Spampinato, il past Governatore avv. Giuseppe Spampinato, i Presidenti e gli officers dei Club della Divisione, la Presidente della SCAM prof.ssa Anna Rita Fontana, il Presidente dei tre centri Autòs siciliani, dott. Pietro Scozzari, soci kiwaniani e tantissimi amici ed amatori del bel canto.
Davanti ad una sala gremita, il mezzo soprano Sabrina Messina ed il baritono Graziano D’Urso, magistralmente accompagnati al piano dal M° Alberto Alibrandi, hanno deliziato l’auditorio con brani di Mozart, Rossini, Verdi, Bizet, Rota, Lehàr, Gastaldon e De Curtis. Mai titolo della serata è stato così azzeccato: Note spumeggianti!
La serata è stata introdotta dal Lgt. Governatore dott. Alfio Cavallaro e dalla Presidente della SCAM prof.ssa Anna Rita Fontana i quali hanno illustrato ai presenti lo scopo della manifestazione.
Il Kiwaniano dott. Giovanni Panebianco, chair divisionale per l’autismo, psicologo e padre di un giovane autistico, con poche ma efficaci parole, ha delineato l’entità della piaga rappresentata dalla malattia, sia per i soggetti che ne sono affetti che per le loro famiglie. Lo stesso Panebianco, nell’intervallo del concerto, con voce rotta dalla commozione, ha letto la riflessione del padre di un giovane autistico.
Il cospicuo ricavato dell serata, interamente devoluto al Centro sopra menzionato, servirà per la realizzazione di un laboratorio di giardinaggio.
Antonio Sciuto










TAGS: