News: Dal Chair Happy Child e Coordinatore Service Distrettuali Giancarlo Bellina - Report Service Distrettuali Ottobre-Dicembre 2018
(Categoria: News dal Distretto)
Inviato da Rosalba
05 febbraio 2019, 18:07

Studi Kiwaniani Prato - Relazione Service Distrettuali Ottobre-Dicembre 2018

Sabato 2 febbraio, in occasione degli Studi Kiwaniani di Prato, nel ruolo di Coordinatore dei Service Distrettuali e di Chair Happy Child, ho illustrato a tutti gli intervenuti il rapporto di rendicontazione sulle attività del trimestre ottobre-dicembre 2018.

Rimandando all’allegato documento per un’analisi più dettagliata dei contenuti, vi anticipo che il suddetto report sarà trasmesso a mia cura e con periodicità trimestrale, allo scopo di poter monitorare lo stato di avanzamento delle attività di Service del Distretto Italia San Marino e dare evidenza e visibilità a tutti i soci del Kiwanis di quanto realizzato.

Come premesso nella mia presentazione agli Studi Kiwaniani, non emerge ancora, in questo primo terzo dell’anno sociale 2018-2019, un pieno regime di attività e di conseguenti risultati sulla raccolta fondi e su specifiche iniziative di sensibilizzazione per il Service Happy Child che, come peraltro ribadito dal Past Presidente KI-EF Piero Grasso, rivestirà un connotato sempre più europeo, in linea con l’idea originaria di concepimento del suddetto progetto, essendo comune a tutta l’Europa la tematica dei MSNA.

Quanto sopra richiamato non ci deve scoraggiare poiché, un po' in linea anche con il trend dell’anno scorso, le principali attività di service decollano solitamente a partire dal mese di marzo, come conseguenza in termini realizzativi della fase di pianificazione delle iniziative, tuttora in corso da parte di tutti i club del Distretto.

Ricordiamo tutti che l’obiettivo di Fundraising di Happy Child, pari a 67.500 €, è stato per i 2/3 raggiunto l’anno scorso con un totale di 47.112,03 € donati a UNICEF per le attività operative di primo soccorso, accoglienza e inclusione dei bambini minori stranieri non accompagnati presenti nel nostro paese.

Mancano 20.000 €, appena 1/3 dell’obiettivo finale e sono certo che l’occasione degli Studi Kiwaniani, in cui abbiamo rilanciato in presenza di tutti i Luogotenenti e con la forte sponsorship del nostro Governatore Franco Gagliardini scopo e finalità del Service, ci porterà determinati e motivati al raggiungimento del risultato.

Alcuni semplici ma efficaci veicoli di solidarietà potranno dare ulteriore slancio alle iniziative di raccolta fondi; mi riferisco al Cioccolato di Modica, diventato un prodotto di eccellenza certificato IGP dall’Unione Europea che, con le sue qualità antiossidanti è pure terapeutico per la salute e la prevenzione delle carie dentali, come ripotato nell’articolo del nutrizionista Giorgio Calabrese allegato al rapporto.

Basterebbe che ogni socio facesse una donazione per 4 barrette e abbiamo già raggiunto 15.000 € di raccolta fondi: auspico dunque che i cari luogotenenti, con cui ho avuto il piacere di familiarizzare in occasione degli studi kiwaniani, possano ispirare i loro presidenti e rispettivi club a promuovere questa iniziativa, anche in occasione di conviviali kiwaniane in presenza di ospiti e autorità.

Nel corso degli Studi Kiwaniani abbiamo promosso un altro semplice e utile veicolo per completare la raccolta fondi per Happy Child: si tratta del CD sulla storia dei 50 anni del Kiwanis in Italia preparato dal nostro Chair della Comunicazione Rosalba Fiduccia: anche in questo caso con una donazione di 3 € da parte di ciascun socio del Distretto possiamo raggiungere i 5.000 € a completamento dell’obiettivo.

Naturalmente è benvenuta qualunque altra iniziativa da parte di tutte le Divisioni e dei rispettivi Club (cene, concerti di solidarietà) che possa essere utile a creare momenti di incontro kiwaniano sui service e sull’attività di raccolta fondi.

Voglio a tal fine sottolineare che è altresì importante andare oltre il Fundraising e promuovere iniziative mirate a rafforzare la sensibilità e l’attenzione verso il problema dei MSNA che, all’interno della nostra organizzazione di volontari non può essere affatto divisivo; noi ci occupiamo di bambini, dei bambini più disagiati, a prescindere dal colore della loro pelle e dalla loro provenienza; se la nostra mission è servire i bambini e i minori stranieri non accompagnati sono bambini, allora non possiamo non aderire ad Happy Child altrimenti non siamo kiwaniani.

Il nostro Service è in piena sintonia con la Mission del Kiwanis ed ha anche un connotato di grande intensità e attualità sociale ed umana, che lo rende ancora più speciale ed universale: l’inclusione, un valore che oggi rientra anche nelle politiche di sostenibilità non soltanto degli Enti del Terzo Settore, ma anche delle imprese private che assumono la sostenibilità come fattore di competitività del proprio business.

Ecco dunque un’opportunità per contraddistinguerci come kiwaniani e per far sentire la differenza rispetto ad altre associazioni e organizzazioni a partire, come direbbe il nostro Governatore, proprio da dove la società finisce.

A completamento della relazione del 2 di febbraio, ho riportato un flash sulle altre attività di Service Distrettuale tra cui:

Tutori Minori Stranieri Non Accompagnati, che ha registrato un trimestre pieno di attività formative sulla figura del tutore sia sul territorio nazionale, sia in Grecia dove emerge una forte criticità sul tema e dove risulta particolarmente urgente e prezioso il nostro supporto;

Special Olympics, che ha promosso diverse iniziative in occasione della Giornata Internazionale per le Persone con Disabilità (Flash Mob) in varie località italiane e il “Trekking for Serving” con la pluricampionessa italiana di paratriathlon Anna Barbaro;

Salute e Sicurezza, che ha già in cantiere un Service finalizzato a portare bambini ed adolescenti particolarmente bisognosi di cure, alle terme, offrendo loro assistenza termale e medica gratuita;

Cyberbullismo che registra una intensa e fervida attività educativa e formativa nelle scuole con il coinvolgimento di alunni, genitori, insegnanti e principali stakeholder del mondo dell’Istruzione.

Il Service è l’anima del Kiwanis: è proprio questo che ci contraddistingue da altre associazioni e organizzazioni apparentemente omologhe: è dunque un dovere e una responsabilità del kiwaniano contribuire alla realizzazione dei progetti che rendono migliore il mondo, partendo prima di tutto dai nostri bambini.

Approfitto per ringraziare tutti i Chair dei Service Distrettuali per quello che hanno già fatto nel trimestre ottobre-dicembre 2018 e per ciò che faranno nei prossimi mesi per dare ulteriore slancio e concretezza alle iniziative in fase di pianificazione.

Ringrazio infine tutti gli amici di Prato, e in particolare la Presidente Anna Fazio, il Luogotenente Angelo D’Onisi e l’instancabile e prezioso Stefano Bonfanti per l’ottima organizzazione degli Studi Kiwaniani, per la splendida accoglienza di cui abbiamo beneficiato e per aver contribuito alla promozione e vendita di barrette di Cioccolato a favore di Happy Child.

Un affettuoso saluto.

Giancarlo Bellina
Chair Happy Child
Coordinatore Service












Questa news proviene da Kiwanis Distretto Italia-San Marino
( https://www.kiwanis.it/2018/news.php?extend.468 )