Navigazione veloce

KC Lentini - Incontro culturale con la scrittrice Dacia Maraini  

Stampa veloce crea pdf di questa news icona rss
Pubblicato da: Rosalba | KC Lentini | 11.02.2019 |  Letture: 76

KC Lentini - Incontro culturale con la scrittrice Dacia Maraini
Incontro con Dacia Maraini
​Interessante serata culturale quella che ha organizzato il Kiwanis club di Lentini, nel salone del palazzo Beneventano, gentilmente concesso dall’Amministrazione Comunale, in occasione della presentazione dell’ultimo lavoro di Dacia Maraini dal titolo “Corpo felice; storia di donne, rivoluzioni e un figlio che se ne va”​
La presidente del club, dott. Valeria Commendatore, visibilmente soddisfatta per la presenza della scrittrice di fama nazionale e internazionale, dopo aver ringraziato i numerosi partecipanti, il luogotenente della 3° Divisione di Sicilia Sud-Est Cosimo Messina, il segretario Silvio Pellico, il luogotenente eletto Ciro Messina e i soci intervenuti, traccia un profilo storico culturale di Dacia Maraini. Ripercorre in una mirabile sintesi i momenti salienti della sua produzione artistica, l’impegno culturale e civile a favore dell’emancipazione della donna, le lotte per il riconoscimento della parità dei diritti, e il contributo di idee per il miglioramento della società civile, in cui deve trovare posto la centralità dell’uomo e della donna e il valore della dignità umana, nel rispetto delle diversità culturali e sociali delle varie etnie.​
La presidente invita, poi, gli intervenuti a porre domande alla scrittrice, superando, così, la prassi tradizionale che vede l’autore a presentare la sua opera e il pubblico a fare da ascoltatore in un ruolo passivo. In coerenza con questa premessa, si instaura un fitto ed interessante dialogo fra la scrittrice e un pubblico competente, interessato alle sollecitazioni culturali. Le domande pertinenti degli intervenuti sollecitano la Maraini a toccare molteplici tematiche che vanno dal femminismo alla violenza sulle donne, dalle ingiustizie sociali alle barriere culturali, dai flussi migratori di tanta gente disperata, che scappa dalla miseria e dalla guerra, alla difesa dei confini geografici, dall’unità europea alla globalizzazione, dalle guerre fra stati e fra tribù locali all’aspirazione ad una pace duratura, dai rapporti con le molteplici diversità al ruolo dell’intellettuale nella società d’oggi, dal nazismo e dal razzismo al bisogno di sicurezza della gente e all’aspirazione di una pace duratura, nell’ottica della convivenza pacifica fra i popoli.​
Il vasto respiro culturale della scrittrice e le risposte meditate e articolate arrivano all’orecchio dell’ascoltatore, che viene sollecitato dalla Maraini a storicizzare sempre gli avvenimenti, perseguendo la conoscenza e la comprensione dei fatti, con la necessaria rielaborazione personale, scevra dai pregiudizi di qualsivoglia specie. Delicati e avvolti da una atmosfera amicale sono stati, sia il dialogo fra la presidente e Dacia Maraini sulla gravidanza, sull’aborto e sui drammi dell’interruzione, sull’infanzia e le sue problematiche connesse, sia le domande poste dal giovane Lorenzo, nipote di Ciro Messina, alla scrittrice circa la questione femminile. Grande serata culturale, quindi, e grande soddisfazione da parte di Dacia Maraini e del suo entourage, che si è complimentato con la presidente Valeria Commendatore e il club, per aver organizzato l’evento, al quale hanno partecipato circa 300 persone.​
L’addetto stampa​
Salvatore Caponetto











TAGS:   
cultura   Dacia Maraini   libro   




Tema Grafico by iWebSolutions - partner e107 Italia