Navigazione veloce

KC Pescara Castellammare - Conferenza a scuola su Salute e Ambiente  

Stampa veloce crea pdf di questa news icona rss
Pubblicato da: Rosalba | KC Pescara Castellammare | 24.04.2019 |  Letture: 390

KC Pescara Castellammare - Conferenza a scuola su Salute e Ambiente
Il Kiwanis Pescara Castellammare (Presidente Antonio Sorrentino) e l'ITS Aterno Manthonè (Dirigente Antonella Sanvitale), in collaborazione con la Capitaneria di Porto di Pescara (Dirett.Maritt. Donato De Carolis), hanno organizzato una istruttiva ed importante conferenza dal tema "I danni della plastica sulla salute e sull'ambiente”.
Sono intervenuti quali relatori il Tenente di Vascello Allegra Agamennone (Direz.Marittima di Pescara), la dott.ssa Cinzia Profico (Centro Studi Cetacei di Pescara), la dott.ssa Irma Castelnuovo (WWF), il dott. Omar D’Incecco (Marevivo Abruzzo), mentre per la scuola i Proff. Leonardo Pantalone ed Antonietta Di Clemente hanno curato il progetto e le relazioni degli studenti che hanno partecipato anche alla bonifica dalla plastica della spiaggia di Pescara sud.
Il progetto è stato coordinato dall’avv. Mariarenata Di Giuseppe, con funzione di moderatore nel convegno conclusivo del 12 aprile c.a. Erano presenti per il Kiwanis anche Antonella Malino ed Anna Cutilli, officers del Club.
Grandi protagonisti sono stati i ragazzi, che dopo aver approfondito il tema con gli insegnanti di scienze e bonificato un tratto di spiaggia, hanno relazionato nella prima parte del convegno, quanto studiato in teoria e realizzato in pratica. In particolare hanno illustrato tutti i tipi di inquinamento ambientale: dell’atmosfera, idrico, marino e del suolo. Hanno individuato le differenze della flora, della fauna e del clima prima e dopo l’inquinamento e le cause dei loro disastrosi mutamenti. Hanno altresì proposto la soluzione all’inquinamento in un progetto chiamato “Le 4 R”:
Ridurre il consumo della plastica optando per prodotti con meno imballaggi;
Riusare, preferendo il vetro alla plastica;
Riciclare, selezionando i rifiuti con la differenziata;
Recuperare, con la produzione di progetti diversi, inventando nuovi utilizzi.

I quattro relatori della Capitaneria di Porto e delle associazioni ambientaliste, hanno invece approfondito i vari aspetti dei danni della plastica sulla fauna marina. Principalmente hanno mostrato, con slide e filmati, gli animali che muoiono soffocati a causa delle reti fantasma, delle buste e dei tappi di plastica; inoltre sono stati ampiamente illustrati i danni delle microplastiche ingerite, che oltre ad avvelenare gli animali marini, causano, di conseguenza, anche danni alla nostra salute, quando ci alimentiamo con essi.










TAGS:   
salute   ambiente   scuola   




Tema Grafico by iWebSolutions - partner e107 Italia