Navigazione veloce

KC Pescara Castellammare - Convegno su Bullismo e Cyberbullismo presso Istituto Tecnico Nautico di Ortona  

Stampa veloce crea pdf di questa news icona rss
Pubblicato da: Federica | KC Pescara Castellammare | 31.03.2019 |  Letture: 162

KC Pescara Castellammare - Convegno su Bullismo e Cyberbullismo presso Istituto Tecnico Nautico di Ortona
Il KC Pescara Castellammare, il 22 marzo 2019, presso l'Istituto Tecnico Nautico di Ortona, ha organizzato un importante convegno dal tema: "Dal bullismo al cyberbullismo - L’evoluzione di un problema antico - Aspetti psicologici, informatici e genetici".
Oltre ai tre soci relatori, hanno partecipato al convegno i soci Malino, Cutilli, Iacobucci e Coletti. Hanno effettuato i loro interventi la Dott.ssa Gaia Baroni (Ricercatrice di Psichiatria), l'Ing. Antonio Sorrentino (Elettronico Informatico), il Prof. Liborio Stuppia (Docente Ordinario di Genetica presso l'Università G.D’Annunzio Chieti-Pescara) e l'Avv. Mariarenata Di Giuseppe (Foro di Pescara).
Tutti i relatori hanno concordato nel dire che il bullismo ha origine antichissime, ed un primo grande esempio è stato l'omicidio di Abele da parte di Caino, ma la lista nel tempo è stata lunghissima. Ai nostri giorni, con lo svilupparsi della tecnologia informatica, il problema si è ingigantito, perchè coinvolge interi gruppi di persone, che vedono immagini e filmini trasmessi con i cellulari anche sui social network. Le vittime subiscono danni gravi fino a spingerle, nei casi peggiori, al suicidio. L'aspetto genetico è il più inquietante, perchè chi è sottoposto ripetutamente al bullismo spesso subisce dei traumi tali da diventare a sua volta bullo se ne ha l'opportunità. L'avvocato Di Giuseppe ha ricordato che i comportamenti dei bulli implicano quasi sempre dei reati penalmente perseguibili, come ad esempio disturbi a mezzo telefono, percosse, molestie, ingiurie, minacce, violenza privata, abusi sessuali, estorsioni, danneggiamenti, istigazione al suicidio, violazione della privacy, sostituzione di persona e tanti altri. Tutti questi reati comportano spesso conseguenze gravissime sia penali che civili, che coinvolgono oltre alle vittime, anche i loro familiari ed amici.
Gli interventi sono stati talmente incisivi, che hanno sensibilizzato gli studenti, uno dei quali ha raccontato in lacrime la sua personale esperienza di vittima di bullismo, tanto da essere stato costretto a cambiare scuola; il suo intervento ha commosso tutti.
Un ringraziamento particolare al socio Florenzo Coletti che ha attivamente partecipato all'organizzazione del service.













TAGS:   




Tema Grafico by iWebSolutions - partner e107 Italia