Navigazione veloce

KC Borgomanero - Incontro con lo storico novarese Prof.Battista Beccaria sul tema “Novara dal XII al XV secolo: 200 anni di inquisizione”  

Stampa veloce crea pdf di questa news icona rss
Pubblicato da: Federica | KC Borgomanero | 19.03.2019 |  Letture: 445

KC Borgomanero - Incontro con lo storico novarese Prof.Battista Beccaria sul tema “Novara dal XII al XV secolo: 200 anni di inquisizione”
Giovedì 14 marzo vi è stato il gradito ritorno al Kiwanis Club BORGOMANERO dello storico novarese Prof.Battista BECCARIA, già noto ai Kiwaniani per la sua partecipazione a precedenti conviviali.
Il Presidente del Club Avv. Mauro TOZZINI, dopo le presentazioni di rito, ha introdotto l’ospite relatore, ricordando i momenti fondamentali della sua attività di studioso, storico, scrittore e profondo conoscitore della storia della Chiesa e di quella novarese in particolare. Laureato “cum laude” in filosofia presso l’Universita Cattolica del Sacro Cuore di Milano, con indirizzo in scienze storiche, dopo un periodo di insegnamento egli ha curato per anni l’edizione di prestigiose collane storiche e filosofiche, proseguendo però nella attività di studioso e ricercatore nell’ambito della Associazione di storia della Chiesa Novarese. In tutti questi anni ha pubblicato più di 150 saggi storici, orientando i suoi interesse in particolare sugli aspetti dell’Inquisizione e della “caccia alle streghe” sull’arco alpino centro occidentale di cui purtroppo la Chiesa dal XII al XV secolo è stata tristemente protagonista.
Ed è proprio stato questo l’argomento della serata sviluppato da Beccaria con le sue argomentazioni sempre dirette e ricche di aneddoti e curiosità. Le streghe ed i fenomeni di stregoneria ad esse connessi affondano le loro radici in un passato assai lontano, in una realtà religiosa pagana e precristiana, soprattutto nelle zone montane dove il cristianesimo fatica ad affermarsi se non solamente in modo superficiale: la chiesa comincia subito a combattere tali fenomeni eretici istituendo “La sacra Inquisizione Romana”, ad opera dei Domenicani che si contrapponeva talvolta a quella “Vescovile”, spesso unicamente per motivazioni economiche, in quanto la Chiesa confiscava tutti i beni dei condannati al rogo.
Dopo un’ampia trattazione sui truculenti mezzi di tortura utilizzati per estorcere alle “presunte” streghe le loro confessioni nel corso dei secoli, Beccaria arriva a parlare del “venerabile” Carlo BESCAPE’, vescovo di Novara morto nel 1615, la cui figura viene anche trattata nel romanzo storico “La Chimera” di Sebastiano VASSALLI, che si incentra sul processo e la successiva condanna al rogo di una ragazza accusata di stregoneria. Con Bescapè, storico e giurista preparato, cambia l’atteggiamento e la conduzione dei processi fino ad allora affidati solamente alla Inquisizione Domenicana: egli decide personalmente sui fenomeni di stregoneria, dimostrando, come risulta da certi atti, una certa clemenza nei confronti di queste malcapitate.
Come in occasione dei precedenti incontri del Club con il Prof. Beccaria, la serata si è conclusa con numerosi interventi e domande da parte dei Kiwaniani ed ospiti presenti, a testimonianza del gradimento di questa ulteriore bella iniziativa del dinamico Club Borgomanerese.













TAGS:   
cultura   storia   




Tema Grafico by iWebSolutions - partner e107 Italia