Navigazione veloce

KC Novara Monterosa - Serata sul tema “L’epilessia nella società 4.0” con il Prof. Maurizio Viri  

Stampa veloce crea pdf di questa news icona rss
Pubblicato da: Federica | KC Novara Monterosa | 20.01.2019 |  Letture: 202

KC Novara Monterosa - Serata sul tema “L’epilessia nella società 4.0” con il Prof. Maurizio Viri
Si è svolta l’11 gennaio 2019 presso l’Albergo Italia, alla presenza della Luogotenente Costanza Radice, la conviviale del Kiwanis Club Novara Monterosa sul tema “L’epilessia nella società 4.0” che ha avuto come relatore l’illustre epilettologo Maurizio Viri, primario del Servizio di Neuropsichiatria Infantile dell’Ospedale Maggiore di Novara.
Introdotto dalla Presidente del Kiwanis Club Monterosa, Dr. Adriana Guaglio, psicologa e componente dello stesso Staff di Neuropsichiatria Infantile dell’Ospedale Maggiore di Novara, il Dr. Viri ha evidenziato come l’epilessia sia una delle malattie neurologiche più diffuse, che può comparire a qualsiasi età, con un picco nei primi anni di vita ed in età anziana, che ha come caratteristica quella di essere ampiamente stigmatizzata dal punto di vista sociale, ed è sempre stata una patologia poco compresa, poco conosciuta e accompagnata da paure e pregiudizi e comunque sempre associata a tratti psicologici negativi, a personalità disturbate, a comportamenti anomali, addirittura delinquenziali.
Questo è un retaggio molto pesante da sopportare per i ragazzi che soffrono di epilessia e diventa quindi fondamentale attivarsi per promuovere una nuova cultura di questa patologia, finalmente scevra da idee preconcette ed errate.
La malattia, che di per sé non costituisce un ostacolo alla vita sociale e scolastica, può spesso essere causa di disagio psichico e sociale perché lo stigma che l’accompagna può indurre isolamento sociale e può compromettere l’armonica costruzione del senso di identità e dell’immagine di sé.
E’ opinione condivisa tra i maggiori esperti di epilessia che la qualità della vita e l’autostima tra i giovani che ne sono affetti può essere ampiamente migliorata lavorando per ridurre lo stigma o l’ansia stessa di incorrere in esso.
La relazione del Dr. Viri è stata molto apprezzata ed applaudita ed ha suscitato un profondo interesse che ha portato a numerose domande da parte del folto pubblico presente.
Partendo da questi presupposti, ha preso la parola il Presidente del Kiwanis Club Monterosa, Adriana Guaglio che ha presentato il Service kiwaniano sull’epilessia, sottolineando come il progetto di informazione/prevenzione nelle scuole per combattere il pregiudizio, si configuri già come atto terapeutico ed è per questo che si è ritenuto importante iniziare dai ragazzi, dai genitori e dagli insegnanti che più di chiunque altro rappresentano il terreno fertile in cui seminare e fare crescere la conoscenza di una malattia che può essere curata, guardando a chi ne soffre con serenità in tutti i momenti in cui le crisi non ci sono e non spaventandosi quando si dovessero verificare.
Sono stati programmati degli incontri/intervento presso la Scuola Primaria di Secondo Grado Bellini che si articolerà in più incontri e che coinvolgerà 163 ragazzi delle prime e seconde e presso la scuola di Pernate che coinvolgerà 55 ragazzi, più un incontro congiunto genitori/insegnanti.
Per i ragazzi più grandi, gli incontri avverranno all’Istituto Professionale Ravizza, saranno coinvolte le quarte e le quinte per un totale di 78 ragazzi e anche in questa scuola è stato programmato un incontro congiunto con genitori e insegnanti.
Questi incontri, insieme alla Dr. Guaglio, vedranno a rotazione, e li si ringrazia per la loro grande e fattiva disponibilità, la presenza del Dr. Viri stesso, della Dr.ssa Papa, facente parte dello stesso staff, della Dr.ssa Peruzzi, primaria della Neuropsichiatria Infantile del Territorio e della Prof.ssa Campisi, insegnante scolastica di Novara.








TAGS:   
epilessia   




Tema Grafico by iWebSolutions - partner e107 Italia