Navigazione veloce

La Div.2 Etna Patrimonio dell'Umanità partecipa ad un incontro organizzato dalla Banca d'Italia sulla gestione del denaro  

Stampa veloce crea pdf di questa news icona rss
Pubblicato da: Rosalba | Divisione 2 - ETNA Patrimonio dell'Umanità | 10.12.2018 |  Letture: 78

La Div.2 Etna Patrimonio dell'Umanità partecipa ad un incontro organizzato dalla Banca d'Italia sulla gestione del denaro
Dall'interesse personale nella gestione dei risparmi, all'interesse collettivo - e quanto mai attuale - rappresentato dai temi della finanza pubblica e dello spread: ha toccato questi argomenti l'incontro "La gestione del denaro: una questione di scelte consapevoli" organizzato lo scorso 4 dicembre dalla Banca d'Italia, con il Direttore della filiale di Catania, Dottor Gennaro Gigante, a fare da padrone di casa.
Si è trattato di un nuovo appuntamento con i Club service: a portare i saluti del Kiwanis Divisione 2 Etna Patrimonio dell'Umanità è stato il Lgt. Governatore, Avvocato Francesco Vasta, insieme alla presidente della Fidapa di Catania. Davanti al pubblico composto da tanti soci delle due associazioni, tra i quali c'era anche il Lgt. Eletto, Dottor Alfio Cavallaro, hanno illustrato i temi in discussione lo stesso Direttore, dottor Gigante, il suo vice, dottor Francesco Garrone, e i funzionari Dottoressa Giuliana Giampiccolo e il Dottor Veneziano.
I relatori si sono soffermati sull'importanza dell’educazione finanziaria, come base di ogni scelta consapevole, e sui programmi avviati in questa direzione. Inoltre, è stato fatto un excursus sulla moneta nelle sue diverse forme: cartacea, bancaria, elettronica e anche virtuale, con le caratteristiche, i vantaggi e i rischi di ognuna di queste tipologie.
Affrontati anche i temi sempre più attuali e più diffusi del cyber-crime e dei bitcoin, per soffermarsi poi sulle questioni della quotidianità come la gestione del risparmio, la spinta all'investimento o la necessità di un finanziamento. Hanno fatto da cornice i riferimenti alla stretta attualità, come la questione dello spread e il suo effetto sui conti pubblici e, di riflesso, sui quelli personali.

Nunzio Spampinato







TAGS:   




Tema Grafico by iWebSolutions - partner e107 Italia