Navigazione veloce

KC Lentini - Conferenza “La città che vorrei” per alunni istituti superiori nella ricorrenza della convenzione dei diritti dell’infanzia  

Stampa veloce LAN_NEWS_24 icona rss
Pubblicato da: Federica | KC Lentini | 27.11.2018 |  Letture: 320

KC Lentini - Conferenza “La città che vorrei” per alunni istituti superiori nella ricorrenza della convenzione dei diritti dell’infanzia
“La città che vorrei” è il titolo della conferenza-dibattito, organizzata dal Kiwanis club di Lentini, svoltasi nell’aula magna del polivalente della città, rivolta agli alunni del biennio degli istituti Alaimo, Moncada, Vittorini e Nervi. Alla conferenza hanno preso parte i soci del club, gli officers dei club della Divisione: Augusta, Siracusa, Modica, Vittoria, Ragusa e il luogotenente governatore della Divisione 3 Sicilia Sud-Est Cosimo Messina. Dopo i ringraziamenti di rito della Prof. Liliana Zarbano, referente alla salute dell’Istituto Alaimo, diretto dalla prof. Anna Di Francesco, che ha ospitato la manifestazione e gli interventi del luogotenente Cosimo Messina e dei chairman dei services One-Day Marisa Galatà e Giovanni Occhipinti dei club di Lentini e di Modica, si è entrati nel vivo della conferenza, la cui relatrice è stata la dott. Valeria Commendatore presidente del club di Lentini. L’iniziativa, come è stata sottolineata dagli interventi di Liliana Zarbano e di Cosimo Messina, si inserisce nella ricorrenza della convenzione dei diritti dell’infanzia, sottoscritta dall’Assemblea delle Nazioni Unite del 1989 il 20 di Novembre. Il Kiwanis club di Lentini da anni celebra questa giornata con incontri culturali con gli alunni della scuola dell’obbligo, che approfondiscono le tematiche relative ai diritti sanciti, per prendere coscienza e consapevolezza degli stessi, allo scopo di difendere e valorizzare le conquiste ottenute e di estenderle ad altri bambini che vivono situazioni più difficili, nell’ottica di una convivenza pacifica fra i popoli. IL luogotenente governatore Cosimo Messina, nel sottolineare l’importanza della iniziativa che quest’anno si rivolge agli alunni della scuola secondaria, nell’intento di sensibilizzarli ad una più convinta partecipazione ad una cittadinanza più attiva, e nel ringraziare gli intervenuti e l’intera divisione, ribadisce la mission del Kiwanis che consiste “nel rendere migliore il mondo che abitiamo e nel dare sostegno ai soggetti più deboli della società e che, con il motto “Serving The Children of the World”, si sostanzia l’impegno a difesa e a tutela dei bambini del mondo” .
La salute quindi, come uno dei fondamentali diritti dell’uomo, è stata al centro della relazione svolta dalla presidente del club dott. Valeria Commendatore. La salute, però, secondo le argomentazioni dotte e scientifiche, presentate nel corso della brillante relazione, non può essere solamente intesa come assenza di malattia, bensì come il punto di incontro di diverse dimensioni che hanno a che fare con l’ambiente, l’alimentazione e le relazioni sociali, i tre pilastri, come li chiama la dottoressa, su cui si costruisce lo stato di salute, inteso come stato di benessere fisico psichico e ambientale . “La salute è il bene più prezioso, è un totale benessere psico-fisico, che non è solamente un fatto individuale, ma è un fatto comunitario ed è un diritto che va conquistato, difeso e protetto. Da chi?”
E qui la relatrice elenca tanti fattori di rischio, a partire dall’inquinamento ambientale, da un’errata alimentazione, dovuta al consumo eccessivo di carne e di pesce, compromesso da un tipo di allevamento intensivo, che fa uso di eccessiva somministrazione di ormoni ed antibiotici per la rapida crescita degli animali. Ma i rimedi ci sono, se non si usano erbicidi e fattori inquinanti del suolo, dell’acqua e dell’aria, se si usano prodotti locali, la cui filiera è corta e se si è protesi ad intrecciare relazioni sociali che mettono al centro la dimensione affettiva e sentimentale “star bene con sé e star bene con gli altri”. I giovani, a cui sono state rivolte queste chiare indicazioni, riflettano e seguano sani stili di vita, che possano coniugare il benessere del corpo con quello della mente e progettare “La città sostenibile; La città che vorrei”, attraverso un concorso fotografico che sarà bandito a breve dal Kiwanis club di Lentini.
Salvatore Caponetto - addetto stampa











TAGS:   




Tema Grafico by iWebSolutions - partner e107 Italia