Navigazione veloce

KC Lentini - Gita socio-culturale a Palermo  

Stampa veloce LAN_NEWS_24 icona rss
Pubblicato da: Rosalba | KC Lentini | 06.11.2018 |  Letture: 175

KC Lentini - Gita socio-culturale a Palermo
Un viaggio nella memoria
Il ricco ciclo degli eventi culturali programmati per questo nuovo anno kiwaniano, 2018-2019, che vede al timone della presidenza la dottoressa Valeria Commendatore e il luogotenente Cosimo Messina, si è inaugurato con la visita, nei giorni 3 e 4 novembre, della città di Palermo non solo la capitale della cultura 2018, ma, ancor meglio, la capitale internazionale delle culture: quella mediterranea, quella legata al mondo islamico, al mondo ebraico e a tutte le “altre “culture. La cultura della pace, dello sviluppo sostenibile e dell’accoglienza. La prima tappa della gita culturale è stata la Casina Cinese, un affascinante viaggio fra alcove, pagode e la caratteristica tavola matematica, il dispositivo che consentiva il “saliscendi” dei piatti dalle cucine alle sale da pranzo. Situata sulla Piana dei Colli, a nord della città e confinante con il Parco della Favorita è stato possibile ammirare Villa Niscemi la residenza principale per almeno tre secoli della famiglia Valguarnera di Niscemi dove passò la sua infanzia Fulco di Verdura, celebre artista e gioielliere del XX secolo, figlio di Carolina di Valguarnera.
Fra gli odori dei cibi di strada, il percorso culturale, sempre in compagnia di una guida attenta e competente, fra i quartieri, il centro, le periferie testimoni della vitalità palermitana, ha rivolto lo sguardo agli esterni di molti palazzi nobiliari, a Porta dei Greci, al Palchetto della Musica, alla Chiesa Santa Maria dello Spasimo, al Quartiere Kalsa, all’ Oratorio dei Bianchi (esterno), alla Chiesa Santa Teresa alla Kalsa (esterno), alla Chiesa Santa Maria della Pietà ed infine al
Palazzo Abatellis, con i preziosi affreschi realizzati da Pietro Novelli, Piazza Marina e Palazzo Steri (esterno) e Palazzo Mirto, dimora della famiglia Filangeri, con i suoi maestosi salotti, le sue preziose porcellane, gli orologi, gli arazzi e con il salottino su una nicchia segreta con la statua di Apollo che cela un passaggio segreto e che per un attimo ha fatto rivivere con la fantasia vicende misteriose ed intriganti. Il percorso culturale attraverso le ville, i giardini, i musei, gli archivi, le chiese, gli oratori, la storia arabo-normanna, la storia contemporanea, l’archeologia industriale, ha creato intensi momenti di partecipazione e di riflessione, ha creato un’occasione per rafforzare ancora di più lo spirito di amicizia e di dialogo come punto cardine per la crescita del club. Alla fine di questo meraviglioso tour una sosta presso il sito archeologico dell’antica Himera, fondata nel 648 a.C. da Calcidesi provenienti da Zancle (l’odierna Messina), con i suoi templi. le necropoli e l’Antiquarium. Qui presso “L’antico Baglio” un agriturismo la cui scommessa è quella di fare interagire un evento memorabile, quello della targa Florio, con il suo carico di mito, di fascino e di memoria con degustazioni di cibi naturali e genuini, tutti insieme i soci del Kiwanis hanno pranzato. Dopo questa memorabile esperienza al nostro presidente Valeria Commendatore con questi versi di Borges vogliamo augurare ogni bene lungo il corso di questo anno sociale:
“Non posso darti soluzioni per tutti i problemi della vita,
Non ho risposte per i tuoi dubbi o timori,
però posso ascoltarli e dividerli con te.
Non posso cambiare né il tuo passato né il tuo futuro,
però quando serve starò vicino a te.
Non posso evitarti di precipitare,
solamente posso offrirti la mia mano perché ti sostenga e non cada.
La tua allegria, il tuo successo e il tuo trionfo non sono i miei,
però gioisco sinceramente quando ti vedo felice…
… Poi ho capito che siamo veramente amici.
Ho fatto quello che farebbe qualsiasi amico:
ho pregato e ho ringraziato Dio per te.
Grazie per essermi amico.”


Giusy Milanesi









TAGS:   
gita   cultura   




Tema Grafico by iWebSolutions - partner e107 Italia