Navigazione veloce

Concluso con successo a Mercato San Severino il ciclo di serate dantesche patrocinate dal KC Salerno Principato Citeriore  

Stampa veloce crea pdf di questa news icona rss
Pubblicato da: Federica | KC Salerno Principato Citeriore | 09.09.2018  |  Letture: 104

Concluso con successo a Mercato San Severino il ciclo di serate dantesche patrocinate dal KC Salerno Principato Citeriore
A Costa, presso l’Oratorio San Luigi, concluso il ciclo d’incontri danteschi, alla presenza di un numeroso pubblico, plaudente alla brillante iniziativa culturale. Un appuntamento al quale tanti amanti del divino Vate finora non si sono sottratti, per poter conoscere maggiormente il Sommo Alighieri, che fece della Divina Commedia, un’opera adatta ad ogni tempo.

Così, grazie alla sensibile attenzione dell’Amministrazione comunale di Mercato San Severino, capeggiata dal Sindaco Antonio Somma ed alla decisa volontà del prof. Luigi Grimaldi, di animare anche le serate estive della frazione irnina, con spunti letterari, dopo l’avvio nel mese di Maggio, altri incontri, su Canti dell’Inferno, declamati a memoria dall’ing. Michele Antonio Averardo, vero e proprio umanista, sempre attento ai fermenti culturali del tempo ed aperto al dibattito contemporaneo, hanno animato le afose serate estive. Gli incontri hanno offerto l’opportunità di conoscere meglio il quadro storico medievale, grazie all’ampia dissertazione a preludio di Averardo, introdotto dall’ing. Giuseppe Pisanti.

Anche il Club Kiwanis di Salerno Principato Citeriore, rappresentato dall’avvocato Anna Bianchito, l’Associazione culturale Ferma il Tempo e la Parrocchia SS.Annunziata, retta da don Gerardo Lepre, hanno patrocinato l’iniziativa, mossa dall’ansia di definire la paura del diverso. Presso l’Oratorio di Costa pertanto, con la conduzione di Rita Occidente Lupo, direttore responsabile del quotidiano dentroSalerno.it, momenti umanistici d’alto spessore. Averardo, dopo un breve prologo critico, ha illustrato di volta in volta vari canti. Per l’ultimo incontro, sotto il raggio attentivo le tre figure femminili Canto II Inferno - Pia de’ Tolomei, Purgatorio Canto V - Francesca Inferno Canto V. Unanimamente condivisa l’ammirazione per la memorizzazione di Averardo, che non conosce battute d’arresto. Infatti il suo interesse per l’Alighieri, lo spinge continuamente ad approfondirne la conoscenza ed a rimandare a memoria altri Canti del Poema. In chiusura il parroco don Lepre ha ricordato l’opportunità di lucrare anche le indulgenze, nell’anno luisiano in corso, dedicato a San Luigi, insieme alla fruizione di svariate iniziative, rivolte ad ogni fascia d’età. Nel salutare il pubblico, d’intesa con l’assessorato alla Cultura, rappresentato da Enza Cavaliere, l’anticipo di un’altra serata, a Palazzo di Città, nel mese di Ottobre, con il coinvolgimento delle scolaresche, per favorire l’apprendimento umanistico, specialmente per gli allievi del triennio degli Istituti d’Istruzione Secondaria di 2° grado.











TAGS:   
cultura   dante   patrocinio   




Tema Grafico by iWebSolutions - partner e107 Italia