Navigazione veloce

KC Catania Est - Evento “Costruiamo la Pace/Let’s Build Peace” patrocinato dai Kiwanis Club Catania Est e Caltagirone  

Stampa veloce crea pdf di questa news icona rss
Pubblicato da: Federica | KC Catania Est | 04.06.2018  |  Letture: 736

KC Catania Est - Evento “Costruiamo la Pace/Let’s Build Peace” patrocinato dai Kiwanis Club Catania Est e Caltagirone
Il Parco Gioieni lunedi 7 maggio ha ospitato di mattina in contemporanea sia la manifestazione d'apertura di “Costruiamo la Pace/Let’s Build Peace” promosso dall'I.C. Italo Calvino con l'installazione del “Dado della Pace”, sia la presentazione del lavoro svolto dai ragazzi delle classi 1F, 2F e 3F dell'IPSIA FERMI-EREDIA protagonisti del progetto di "Educazione alla cittadinanza attiva" promosso dai Kiwanis Club Catania est e Caltagirone in partnership con IPSIA FERMI.

Il progetto di cittadinanza attiva ha realizzato azioni mirate a promuovere l'attenzione al bene comune e stimolare il senso civico dei ragazzi. Da gennaio a maggio ne sono protagonisti i ragazzi delle classi 1F, 2F e 3F dell'IPSIA FERMI. Dopo alcune riunioni preparatorie a scuola in dicembre e gennaio, iragazzi hanno messo in atto una serie di azioni concrete sul Parco Gioieni per risolvere le criticità e promuovere i relativi interventi grazie alla piena collaborazione dell'Assessorato all'Ecologia del Comune di Catania. In particolare il 19 aprile al Parco Gioieni sono stati effettuati interventi di pulizia di sfalci grazie alle dotazioni ed al personale fornito dal Settore Giardini Pubblici e dalla Multiservizi.

L’educazione alla cittadinanza democratica e alla legalità costituiscono il focus della direttiva ministeriale del 16 ottobre 2011, “Linee di indirizzo sulla cittadinanza democratica e legalità”, con la quale si forniscono indicazioni alle scuole in materia di legalità e democrazia in piena coerenza con le indicazioni europee. Il documento sottolinea come l'educazione alla cittadinanza e alla legalità e i valori connessi siano presupposti fondanti per il cittadino del domani: infatti, l'equità sociale, la crescita economica di un Paese, l'occupazione e la coesione sociale non possono essere raggiunti se non attraverso l' efficienza e l'equità dell'istruzione. In tal modo si conferma anche che la legalità e la democrazia debbano essere prassi diffuse nella comunità scolastica, anche sulla base dell'adozione della " Decisione del Parlamento Europeo e del Consiglio europeo". Infatti a livello europeo è stato stabilito di istituire il programma "Europa per i cittadini" volto alla diffusione della cittadinanza attiva e quindi allo spirito di appartenenza ad una società fondata sui principi di libertà, democrazia e rispetto dei diritti umani. La Direttiva centra peraltro l'attenzione sulla partecipazione attiva dei giovani alla costruzione europea, alla comprensione delle diversità culturali presenti oggi nella nostra società ormai multietnica, al rispetto dei diritti umani e alla lotta contro il razzismo. Alla luce di queste premesse, le scuole sono invitate a promuovere tutte le occasioni di apprendimento formale e non formale sia nella scuola sia al suo esterno, sono sollecitate non solo a individuare obiettivi di miglioramento per l'istruzione ma anche piani strategici per raggiungerli. Si deve quindi riconoscere all'educazione alla legalità una dimensione formativa trasversale che consolida le capacità della scuola di interpretare e intervenire sulla complessità sociale presente sul territorio, obiettivo che non può essere disgiunto da un discorso più ampio: l'esigenza di coinvolgere le famiglie, dare spazio non solo ai singoli genitori, ma anche alle associazioni di questi presenti sui territori. Si tratta di un percorso multidisciplinare finalizzato alla comprensione dei principi fondamentali della Costituzione Italiana per acquisire la consapevolezza e la competenza della propria cittadinanza.

Dal 7 all’11 maggio Catania ha ospitato la manifestazione “Costruiamo la Pace/Let’s Build Peace”, patrocinata dal Comune di Catania, promossa da diverse scuole cittadine capofila l'I.C. Italo Calvino, in collaborazione con le associazioni internazionali “Living Peace International” e “Elephants for Peace” e altre associazioni locali ed il patrocinio anche del Kiwanis Club Catania Est e Caltagirone. Al Parco Gioieni di Catania è stato installato un grande “Dado della Pace” che ha segnato l’inizio della manifestazione. Il percorso di educazione alla pace è stato ideato dall’insegnante uruguaiano Carlos Palma che ha vissuto in Medio Oriente da più di 25 anni il dramma delle continue guerre. Il “Dado della Pace”, inaugurato il 7 maggio, è un cubo sulle cui facce sono riportate frasi corrispondenti a valori universali di pace, illustrate da due personaggi del fumetto creati da Walter Kostner Gibì e Doppiaw, che aiutano a comprenderne meglio il significato: 1.Amo per primo 2.Amo tutti 3.Amo l'altro 4.Ascolto l'altro 5.Ci perdoniamo l'un l'altro 6. Ci amiamo l'un l'altro.
Il Kiwanis Club Catania Est ha voluto partecipare attivamente all’iniziativa ed ha messo in campo i giovani per la via Etnea nella manifestazione di chiusura l’11 mattina. I giovani hanno sfilato con la tshirt rossa donata loro per l’occasione dal club. La prima fase del progetto di cittadinanza attiva che si è conclusa servirà da base di partenza per la seconda fase: il progetto infatti sarà ripreso e continuato con il nuovo anno scolastico, rideterminandone gli obiettivi.











TAGS:   
progetto   pace   scuola   




Tema Grafico by iWebSolutions - partner e107 Italia