Navigazione veloce

KC Catania Centro - Conferenza al Palazzo della Cultura sul Tumore al seno  

Stampa veloce crea pdf di questa news icona rss
Pubblicato da: Federica | KC Catania Centro | 15.06.2018  |  Letture: 654

KC Catania Centro - Conferenza al Palazzo della Cultura sul Tumore al seno
Mercoledì 6 Giugno 2018. Un incontro di particolare valore scientifico ha avuto luogo al Palazzo della Cultura, organizzato dal Kiwanis Catania, sul tema “Ricominciare sempre- Dalla prevenzione del tumore al seno e delle sue complicanze”. Relatore il prof. Santi Gangi, responsabile della Patologia Chirurgica del nosocomio Vittorio Emanuele.
E’ stata la Prof.ssa Lucia Abramo, presidente del club service, ad introdurre l’argomento facendo osservare che a questo tipo di patologia sono interessate molte più donne di quello che si possa ritenere; basti pensare che secondo le statistiche ufficiali una donna su otto ha il tumore al seno. Il prof. Gangi ha confermato che in Italia vengono diagnosticati 48 mila nuovi casi all’anno. I tumori possono essere benigni o maligni. Nel primo caso la possibilità di una completa riabilitazione è piuttosto facile. Quando il tumore è maligno, cioè è cancro, le cose si complicano e purtroppo la sopravvivenza diventa una chimera. Ogni donna superata l’età del climaterio dovrebbe sottoporsi a degli screening e, se necessario, sottoporsi ad eventuali opportune terapie. Il tumore benigno, se asportato in tempo, non prolifica, cosa che invece avviene col tumore maligno. Nel primo caso la vita della donna alla quale è stato asportato il seno continua normalmente. Il cancro alla mammella è la causa principale della mortalità femminile.
Presente all’incontro c’era una donna, la prof.ssa Anna Clara Rizzo Giacobbe, la quale non molto tempo fa è stata sottoposta ad un radicale intervento di mastectomia e impiantata una protesi. La Rizzo Giacobbe, prima di essere operata ha trascorso la sua esistenza tra cielo e terra. L’unico suo passatempo era quello di scrivere giornalmente dei fogli, sui quali annotava il suo stato d’animo, le sue perplessità sulla sua prossima operazione, le titubanze e le preoccupazioni di ipoteticamente dover lasciare per sempre la famiglia, i suoi allievi e così via. Un giorno il marito trovò in un cassetto un pacchetto con una gran quantità di biglietti, e decise di farli pubblicare. Il libro, che è stato egregiamente presentato dal dott. Mattia Gangi, non è un diario, non è un romanzo, non ha una trama: è una preziosa raccolta di uno stato d’animo particolare di una creatura che non sa se riuscirà o meno a sopravvivere al suo acerrimo nemico che ha in seno: il cancro. Il libro ha per titolo “La mia parte maschile” che si riferisce proprio al cancro. L’autrice è oggi sana e vegeta ed è tornata a sorridere al mondo.
Il dott. Carmelo Basso, Luogotenente Governatore del Kiwanis, ha ringraziato il prof. Gangi, la prof.ssa Rizzo Giacobbe e il presidente del Kiwanis prof.ssa Abramo per la luminosa esposizione del triste fenomeno a cui, purtroppo, sono interessate moltissime donne.
(Antonio Di Paola)











TAGS:   




Tema Grafico by iWebSolutions - partner e107 Italia