Navigazione veloce

KC Borgomanero - Ma davvero “C’era una volta?”... Passeggiata nel mondo delle fiabe  

Stampa veloce crea pdf di questa news icona rss
Pubblicato da: Federica | KC Borgomanero | 29.03.2018  |  Letture: 624

KC Borgomanero - Ma davvero “C’era una volta?”... Passeggiata nel mondo delle fiabe
La consueta conviviale kiwaniana è stata una piacevole ed interessante passeggiata nel mondo delle fiabe: il Presidente del Kiwanis Club Borgomanero Dott. Savio FORNARA ha introdotto il tema della serata presentando l’ospite relatore, il Prof. Tiziano LEONARDI per anni docente in varie scuole italiane ed estere ed attualmente collaboratore presso il dipartimento di Lingue e letterature europee comparate dell’Università di Losanna dove svolge inoltre attività scientifica e di ricerca. E’ Presidente della Aniti (Associazione Nazionale Traduttori ed Interpreti).
Inizialmente il relatore ha illustrato il significato narrativo della fiaba e della favola, focalizzando le differenze.

La fiaba rappresenta in genere storie con una vaga collocazione temporale, in luoghi però reali anche se indeterminati nei quali i personaggi, solitamente umani, vivono situazioni assurde e difficili ma in genere con un lieto fine “e vissero felici e contenti”. Il tempo è sempre passato e l’incipit classico del “C’era una volta” ben sintetizza l’atmosfera magica e lontana della fiaba che stimola l’immaginazione e coinvolge il lettore nella eterna lotta fra il buono ed il malvagio e dove alla fine prevale un elemento magico, una prova od una forma di riscatto che permette all’eroe di vincere. Famose le fiabe di Andersen, di Perrault, dei Fratelli Grimm: la Sirenetta, Cappuccetto rosso, Haensel e Gretel, Biancaneve, Pollicino, che spesso hanno origine da racconti di scrittori “tradizionali”.

La favola invece ha per protagonisti gli animali coinvolti in vicende spesso paradossali ma è sempre pervasa da una morale cioè da un insegnamento relativo all’etica od al giusto comportamento: ed è proprio l’eterna rivalità fra il bene ed il male che caratterizza la favola che ancora oggi rappresenta i vizi e le virtù dell’uomo. Famose ed a tutti note le favole del greco Esopo e del latino Fedro in cui gli animali protagonisti pensanti e parlanti riescono con poche frasi a trasmettere una “morale” in modo arguto e divertente.

Il Prof. LEONARDI, nella sua articolata trattazione, ha voluto però anche sottolineare il lato oscuro delle favole che vengono poi tramandate nei secoli fino ad arrivare alle versioni cinematografiche dei giorni nostri, in particolare ad opere di Walt Disney, ma con profonde modificazioni. Spesso all’origine tali fiabe non hanno nulla da invidiare ai moderni film “horror”, con stupri, omicidi, torture ed altri eventi inquietanti.
Il folto pubblico di Kiwaniani ed ospiti presenti hanno poi rivolto al Prof.Leonardi tantissime domande a testimonianza del gradimento della bella serata.











TAGS:   
conviviale   fiabe   




Tema Grafico by iWebSolutions - partner e107 Italia