Navigazione veloce

Il KC Cagliari Castellum partecipa all'incontro promosso dal Tribunale dei Minori di Cagliari  

Stampa veloce crea pdf di questa news icona rss
Pubblicato da: Rosalba | KC Cagliari Castellum | 13.12.2017  |  Letture: 811

Il KC Cagliari Castellum partecipa all'incontro promosso dal Tribunale dei Minori di Cagliari
Il KC Cagliari Castellum il giorno 18 Novembre 2017 ha partecipato all'incontro promosso dal Tribunale dei Minori di Cagliari per la Giornata Europea della Giustizia Civile 2017.
Scopo della giornata era quello di avvicinare la giustizia ai cittadini, migliorando l’accesso al servizio giudiziario anche attraverso l’incontro e lo scambio con gli operatori del sistema giudiziario, consentendo ai giovani partecipanti di conoscere le modalità con cui opera la giustizia civile minorile.
Il gentile invito, rivolto dal Presidente del Tribunale dei Minori Dott. Guido Pala al KC Cagliari Castellum e al suo Presidente Dott. Brunello Masile, arriva dopo svariati incontri finalizzati alla collaborazione per la realizzazione di alcuni prossimi Eventi che il KC Cagliari Castellum ha in programma per il 2018, in particolare quello sul bullismo e cyberbullismo. L’invito, decisamente gradito al Club perché segno di riconoscimento dell’impegno che sta portando avanti, è stato colto con interesse dallo stesso che ha visto la partecipazione all’incontro sia del Presidente Brunello Masile che di vari Soci.
Nella prima parte della mattinata studenti e docenti di alcune Classi di Istituti di Istruzione secondaria di 2°grado di Cagliari e dintorni, ospiti, hanno partecipato a una visita guidata presso gli Uffici Giudiziari Minorili, apprendendo informazioni in merito alle specifiche competenze di Procura e Tribunale dei Minori.
Durante la seconda parte della mattinata l’incontro/dibattito ha avuto per oggetto “L’accoglienza in Comunità nel percorso di crescita del minore”, tema che si è sviluppato con l’intervento di Anna Melis, Responsabile della Comunità “Vela Blu” di Aritzo, l’intervento di Suor Silvia Carboni, Responsabile della Comunità “Emmaus” di Elmas che, fra le varie considerazioni, ha evidenziato l’importanza fondamentale dell’educazione al rispetto delle regole, e Ugo Bressanello, Responsabile della Comunità per madre e bambino di Domus de Luna di Cagliari.
Incisive le testimonianze di alcuni ragazzi ospiti di Comunità per minori stranieri non accompagnati. Citiamo in particolare 2 testimonianze di ragazzi ospiti della Comunità di Aritzo che hanno descritto i disagi presenti nelle loro terre d'origine, modalità e problemi legati alla fuga e percorso intrapreso dal momento dell'accoglienza in Comunità. Quindi studio della lingua Italiana, iscrizione a scuola, socializzazione in gruppi di ragazzi del luogo, inserimento in società sportive e, per iniziare, impegno in lavori stagionali. Masul del Bangladesh arrivato in Italia nel Settembre 2016 e Daniel della Nigeria arrivato nel Febbraio 2016, in rappresentanza di tanti altri ragazzi che come loro son stati accolti nelle Comunità, hanno espresso con commozione un ringraziamento per l'aiuto ricevuto da tutti i soggetti coinvolti, in particolare Istituzioni, Comunità ed Educatori.









TAGS:   




Ti potrebbe anche interessare


Rassegna stampa
rassegna stampa


Tema Grafico by iWebSolutions - partner e107 Italia