Navigazione veloce

ott 27
Stampa veloce crea pdf di questa news icona rss

Dal Chair Giornata Internazionale per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza  

Pubblicato da: mfpellegrino | News dal Distretto |  Letture: 2295

Dal Chair Giornata Internazionale per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza
Carissimi Amici,

a meno di un mese dalla ricorrenza della “Giornata Internazionale per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza“ dobbiamo essere pronti a festeggiare kiwanianamente tale evento. E’ nel nostro Dna l’interesse per i “children“ e proprio anche in virtù di ciò che il nostro impegno per una giornata come questa non deve mancare. Le divisioni, i club, gli officer, i soci di tutto il KDISM, ne sono certo, opereranno con svariate iniziative affinchè a ventisette anni di distanza da quel 20 novembre 1989 venga sottolineata l'importanza di codesta Convenzione e come purtroppo l'evidenza giornaliera dei fatti ci porta ad essere spettatori di continui violazione dei diritti del minore, di soprusi e violenze di ogni tipo. Il minore paga spesso innocentemente i comportamenti riprovevoli degli adulti quali guerre, sfruttamento sessuale e lavorativo, cyberbullismo ecc... I diritti inalienabili quali quello della salute, dello studio e di una formazione per il percorso formativo del fanciullo purtroppo ancora oggi in tante nazioni non vengono rispettati. Il nostro impegno di kiwaniani in questa giornata più che una festa rappresenta un momento di valutazione e di riflessione per attivare il concetto di “garante dell'infanzia“ nel senso che ognuno di noi deve svolgere la funzione di garante dei diritti dei “children“. Riporto in sintesi quanto l'Unicef ha pubblicato sul suo sito sull’argomento e che ognuno potrà approfondire collegandosi al link: http://www.unicef.it/doc/599/convenzione-diritti-infanzia-adolescenza.htm

Riferimento costante dell’UNICEF per orientare la propria azione è la Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (Convention on the Rights of the Child), approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989.
Costruita armonizzando differenti esperienze culturali e giuridiche, la Convenzione enuncia per la prima volta, in forma coerente, i diritti fondamentali che devono essere riconosciuti e garantiti a tutti i bambini e a tutte le bambine del mondo.
Essa prevede anche un meccanismo di controllo sull’operato degli Stati, che devono presentare a un Comitato indipendente un rapporto periodico sull’attuazione dei diritti dei bambini sul proprio territorio. La Convenzione è rapidamente divenuta il trattato in materia di diritti umani con il maggior numero di ratifiche da parte degli Stati. Ad oggi sono ben 196 gli Stati parti della Convenzione. La Convenzione è composta da 54 articoli e da tre Protocolli opzionali (sui bambini in guerra, sullo sfruttamento sessuale, sulla procedura per i reclami).

Principi fondamentali dei diritti dell'infanzia


Sono quattro i principi fondamentali della Convenzione sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza:

a) Non discriminazione (art. 2): i diritti sanciti dalla Convenzione devono essere garantiti a tutti i minori, senza distinzione di razza, sesso, lingua, religione, opinione del bambino/adolescente o dei genitori.

b) Superiore interesse (art. 3): in ogni legge, provvedimento, iniziativa pubblica o privata e in ogni situazione problematica, l'interesse del bambino/adolescente deve avere la priorità.

c) Diritto alla vita, alla sopravvivenza e allo sviluppo del bambino (art. 6): gli Stati decono impegnare il massimo delle risorse disponibili per tutelare la vita e il sano sviluppo dei bambini, anche tramite la cooperazione tra Stati.

d) Ascolto delle opinioni del minore (art. 12): prevede il diritto dei bambini a essere ascoltati in tutti i processi decisionali che li riguardano, e il corrispondente dovere, per gli adulti, di tenerne in adeguata considerazione le opinioni.

L’Italia ha ratificato la Convenzione con Legge n. 176 del 27 maggio 1991 e ha fino ad oggi presentato al Comitato sui Diritti dell'Infanzia quattro Rapporti.

Ne sono certo, come chair di questo evento, che non mancheranno le iniziative dei nostri clubs per ricordare questa fondamentale data del diritto.


Un caro saluto e buon service kiwaniano a tutti
Ignazio Mammino


TAGS:   




Tema Grafico by iWebSolutions - partner e107 Italia