Navigazione veloce

mag 28
Stampa veloce crea pdf di questa news icona rss

KC Vercelli – Il bambino al centro delle nostre azioni. Consegna premio We Build 2017  

Pubblicato da: mfpellegrino | KC Vercelli |  Letture: 1462

KC Vercelli – Il bambino al centro delle nostre azioni. Consegna premio We Build 2017
Giovedì 25 maggio, il We Build è stato assegnato solennemente alla onlus "Tatamia" istituita a Vercelli negli anni 2004/2005. La cerimonia, affollata come accade raramente – così ha rilevato con soddisfazione Luciana Berruto, presidente del Kiwanis Club di Vercelli - è avvenuta nei saloni del Museo Camillo Leone, uno dei riferimenti culturali della città, istituito dal notaio Leone alla fine dell'Ottocento e ristrutturato la prima volta negli anni Trenta del Novecento con l'ampliamento archeologico dedicato al periodo romano. Infatti il richiamo all'epoca evidenzia due aspetti: la istituzione di origine celtica dell'abitato vercellese e la sua importanza romano/latina.
Fra gli intervenuti che hanno preso la parola commentando la concessione del We Build (noi costruiamo) il prefetto di Vercelli dottoressa Maria Rosa Trio. Con una battuta finale del suo discorso la dottoressa Trio ha riassunto l'iniziativa del Kiwanis Club e il significato dell'attribuzione del We Build: "I bambini devono sempre essere al centro delle nostre azioni".
La presentazione del We Build 2017 è stata introdotta dalla dottoressa Luciana Berruto, presidente del Kiwanis Club, cui si sono aggiunti gli apprezzamenti del luogotenente governatore del Kiwanis International dottoressa Maria Francesca Mosca, di Biella, e del sindaco di Vercelli dottoressa Maura Forte. Sul sottofondo l'orchestra di musica moderna promossa dal giornalista radiofonico Claudio Cagnoni. Nella circostanza è stato preannunciato che il nuovo luogotenente governatore del Kiwanis International sarà la dottoressa Rachele Orsani per l'anno sociale 2017/2018, già presidente del Kiwanis Club di Vercelli nel precedente anno sociale. Presente alla cerimonia era anche il dottor Ezio Barasolo nominato da una "convention kiwaniana nazionale" all'inizio degli anni Duemila.
Il We Build 2017 è stato consegnato al gruppo di volontari che idearono il "Progetto Tatamia" alla fine degli anni Novanta e che nel 2004/2005 portò all'apertura del microasilo Tatamia, sostenuto finanziariamente da Regione Piemonte e Municipalità vercellese, così ricordato dal sindaco Maura Forte. Il microasilo, che dalla apertura ha ospitato 450 bambini dai 6 mesi ai tre anni, è stato creato per rispondere alle esigenze delle famiglie in precarie condizioni, con madri impegnate in orari non tradizionali di lavoro con il grave handicap di risolvere il problema della custodia dei figli. Questa storia sociale di Tatamia – la vera storia del microasilo, uno dei risultati concreti a Vercelli della capacità di costruire, da cui il premio We Build – è stata documentata da uno dei volontari, l'ex colonnello in pensione Mino Biasone. Presenti al We Build 2017 erano anche gli altri volontari che hanno dato luogo al Tatamia; e cioè: Antonella Tosetti, Gianluca Mascarino, Elena Veggi, Sonia Branca.
Tatamia, per ragguagliare nei particolari la funzione del microasilo, ha anche messo a disposizione un sito elettronico dove, con i dati, si evidenzia il problema dei bambini con scarso sostegno socio-psicologico e degli adolescenti, acuito negli ultimi tempi. Il We Build 2017 conclude, come ha fatto rilevare il presidente del Kiwanis Club dottoressa Luciana Berruto, una annata interamente dedicata alla presenza femminile nelle attività professionali.







TAGS:   
premio   we build   bambini   




Tema Grafico by iWebSolutions - partner e107 Italia