Navigazione veloce

gen 15
Stampa veloce crea pdf di questa news icona rss

KC Acireale - “...A seggia”, canto e danza streusa della Compagnia Tecne  

Pubblicato da: mfpellegrino | KC Acireale |  Letture: 1639

KC Acireale - “...A seggia”, canto e danza streusa della Compagnia Tecne
Venerdì 6 gennaio 2017, in una serata con temperature sotto lo zero e il fioccare della neve, grazie alla organizzazione del KC Acireale e del Comune acese, la Compagnia di danza Tecne si è esibita davanti ad un pubblico che ha sfidato il freddo pur di assistere al pregiato spettacolo nell'Auditorium “Pinella Musumeci”.
Le parole del coreografo Alosha ben descrivono il significato dell’evento:
Oggi ad Acireale, in una città innevata ho danzato con le mie danzatrici lo spettacolo "A SEGGIA".
Ho avuto un emozione particolare, perché ho avuto la prova della verità, della bellezza e della disponibilità di Tecne. Sono orgoglioso. Sono piacevolmente sorpreso, nonostante le condizioni atmosferiche avverse, ma magiche come la neve che scende a fiocchi, c'era un pubblico attento ed oculato. Le mie danzatrici provenienti da Nicolosi hanno affrontato un viaggio incredibile per esser presenti allo spettacolo, questo è lo spirito di una vera compagnia. Un encomio particolare va all'attenta organizzazione del Kiwanis di Acireale che ha creduto a questo spettacolo ricco di messaggi, memoria e futuro. Una Sicilia che cambia è opera di chi si sveglia dal torpore di una certezza che non crea movimento, e noi di movimento ne abbiamo tanto, noi siamo Tecne una compagnia siciliana.


Aveva aperto la serata il Presidente del KC Acireale Salvatore Di Stefano che rivolgendosi al pubblico ha descritto le peculiarità e la profondità del messaggio che la “danza streusa” vuol trasmettere; e alla fine della serata ha dato un targa di ringraziamento ad Alosha (Giuseppe Marino) manifestando la soddisfazione sua e del pubblico presente per lo spettacolo offerto.
Ecco in sintesi la preziosità del messaggio che il coreografo-ballerino e le danzatrici vogliono trasmettere:
La tradizione sicula raccontata in maniera moderna, a passi di danza che simboleggiano un riscatto sociale. Sono questi i temi che hanno ipnotizzato il pubblico che ha assistito a questo spettacolo.
Alosha, ballerino e coreografo di valore internazionale ,che in veste di fondatore e direttore della compagnia di danza Tecne, che fa delle contaminazioni tra i diversi stili di danza il fulcro della originalità della loro proposta artistica, porta in scena i loro spettacoli attraverso una fusione tra danza e caratteri siciliani, riscontrando una approvazione che è andata dalle piazze siciliane a Roma ( con una rappresentazione perfino all’interno di Castel Sant’Angelo) fino al Piemonte.
Alosha è il collante ed ideatore dello spettacolo, creando e coadiuvando musica, canto e ballo ( con all’interno una nuova ed originale forma di danza già soprannominata “streusa”. Alosha con una nuova fisionomia in cui le canzoni, tutte sicule, vengono spogliate dai costumi tradizionali antichi e vestite di modernità, attraverso una rappresentazione che parte dal passato, vive il presente e si proietta nel futuro, facendo emergere magistralmente il ritratto di una Sicilia che traendo spunto dalle tradizioni popolari si veste di nuovi colori, dipingendo in ogni ballo l’immagine di una terra ricca di energia e voglia di riscatto, in un surplus di emozioni, espansività e vitalità che vengono offerti agli spettatori.
Questo loro fortunato spettacolo, “A SEGGIA”, ha così fatto tappa nei migliori teatri e piazze d'Italia, incantando, fino al punto di rapire, il pubblico invitato all’evento attraverso un racconto che ha offerto la dolcezza dei sapori delle nostre radici misti all’asprezza del sangue e del dolore, l’ironia delle fisionomie che ci contraddistinguono al contrasto con la cupezza dei nostri profili oscuri.
Ignazio Mammino











TAGS:   
teatro   danza   




Tema Grafico by iWebSolutions - partner e107 Italia