Navigazione veloce

ott 9
Stampa veloce crea pdf di questa news icona rss

KC Enna - Passaggio della Campana tra i Presidenti e Passaggio delle Insegne tra i Lgt. Governatore  

Pubblicato da: Rosalba Fiduccia | KC Enna |  Letture: 2055

KC Enna - Passaggio della Campana tra i Presidenti e Passaggio delle Insegne tra i Lgt. Governatore
KC Enna: Passaggio della Campana con cerimonia d’investitura del neo presidente e del Lgt. della Divisione Sicilia 5

La presenza del Governatore del Distretto Italia-San Marino, Valchiria Dò, e del Governatore eletto, Giuseppe Cristaldi, hanno dato lustro sia alla cerimonia del passaggio delle insegne kiwaniane tra i Luogotenenti della Divisione Sicilia 5, l’uscente, Giovanni Grasso, e il subentrante, Luigi Timpanaro, sia al Passaggio della Campana tra i presidenti Paolo Lodato, che ha guidato il Club nel trascorso anno sociale, e il nuovo eletto Santi Motta. Hanno partecipato alla cerimonia, insieme a numerosi soci del Club ennese, gli officers dei club della Divisione: Comiso, Gela, Nicosia e Caltagirone, il neonato Club che ha ricevuto nei giorni scorsi la Charter. Dopo le cerimonie d’investitura del Lgt. Governatore e del presidente del Club, il past presidente Lodato ha letto e illustrato le varie tappe della sua attività nel trascorso anno sociale, dove spiccano le iniziative verso l’infanzia e l’adolescenza (il fenomeno del Bullismo, il Cyberbullismo e lo Spettro Autistico). Inoltre l’impatto con le diverse realtà della comunità locale, dove i bisogni materiali e il disagio ambientale e famigliare sono evidenti, hanno indotto il Kiwanis ad occuparsi di loro, “dandomi la possibilità - ha detto Lodato - di accrescere il mio entusiasmo e la solidarietà nei confronti di chi ha veramente bisogno: un’esperienza che porterò sempre con me”. Santi Motta, 65 anni, medico, già funzionario di medicina legale e assicurativa presso l’ INAIL, nel suo discorso d’insediamento ha tracciato quelle che saranno le linee guida dell’attività del Club. Essenzialmente i suoi propositi nell’immediato sono quelli di dare più incisività e visibilità nel territorio all’azione del Kiwanis e il coinvolgimento dei nuovi e vecchi soci a realizzare le finalità del Kiwanis International, che lo scorso anno ha festeggiato il 100simo della fondazione. Il motto del Kiwanis ‘Serving The Children Of The World’ (aiutiamo i bambini del mondo) “ci sprona - ha affermato il presidente Motta - ad aiutare e ad assistere i bambini in difficoltà secondo i principi kiwaniani. Ai tradizionali eventi (Premio Euno e Premio della Bontà), altre iniziative nel campo culturale e nei riguardi dei fenomeni del Cyberbullismo e Bullismo, radicati negli ambienti giovanili, saranno messi nella scaletta programmatica”. Ricevuto dal Governatore il collare col medaglione, Luigi Timpanaro, dirigente medico veterinario presso l’Usl di Enna, Lgt. Governatore per il corrente anno sociale, nel suo discorso d’insediamento ha esordito dicendo che “Oggi viviamo una realtà amara. Vi è un mondo offeso dei bambini: offeso dalla violenza, dalla brutalità, dalla pornografia, dalla pedofilia, dall’ignavia dei tanti omertosi, dall’abuso e dallo sfruttamento. Con il cuore e con l’anima dobbiamo prendere per mano questi bambini: non a caso il nostro Governatore, Valchiria Dò, ha scelto il motto ‘Con il cuore e con l’anima’ che accompagnerà i kiwaniani per tutto l’anno sociale 2016 – 2017. Noi kiwaniani - ha suggerito Timpanaro - dobbiamo animare una catena di solidarietà e mobilitazione di energie e intelligenze creative, attente all’effettiva realtà della condizione dei bambini e dei loro bisogni; una mobilitazione che crei un’efficace collaborazione tra tutti i kiwaniani e anche coinvolgendo altri Club Service, Istituzioni pubbliche e private, per una forte azione promozionale a favore dell’infanzia. Nella vita - ha concluso - non contano i passi che facciamo, né le scarpe che usiamo, ma le impronte che noi kiwaniani lasciamo”. A chiusura della cerimonia, Valchiria Dò - Governatore del Kiwanis D.I. San Marino - nel ringraziare il Kiwanis Club di Enna dell’invito e dell’opportunità a partecipare all’investitura degli officers del Club e della Divisione, ha pronunciato un discorso breve ma efficace. “In giro per l’Italia, visitando i Club, tutti mi ringraziano per la mia presenza e partecipazione. Sono io invece che ringrazio voi e mi sento onorata della vostra presenza. Dico e ripeto sempre che non vale la corona in testa ma vale la persona. E dico anche che i veri protagonisti sono coloro che lasciano le cariche a favore di quelli che sono chiamati a reggere le sorti dei Club. Tra i service che il distretto porterà avanti durante quest’anno sociale, a cui tengo molto, sarà quello di accendere i riflettori sugli anziani, i nonni in particolare, perché rappresentano il cerchio…della vita”. Tra le varie comunicazioni del Governatore vi è stata quella che il Kiwanis International ha conferito al Club di Enna due significativi riconoscimenti: l’Hixson e lo Zeller per aver contribuito alla raccolta fondi del service “Eliminate” con un importo superiore a 1000 euro. Paolo Lodato è stato nominato dal Distretto Italia componente del service che si occuperà dell’ “attenzione agli anziani” per l’area Sud-Sicilia e Giuseppe Castronovo sarà il Kiar della commissione “Mantenimento e sviluppo”. Hanno partecipato all’apertura dell’anno kiwaniano i Club Service cittadini Lions, Fidapa, Soroptmist e l’Accademia Pergusea. E’ seguita la conviviale nel salone del ristorante “Garden” di Pergusa (Enna).
Salvatore Presti
(Nelle foto: alcuni momenti della cerimonia)











TAGS:   




Tema Grafico by iWebSolutions - partner e107 Italia